Claudia Corrent

Claudia Corrent

About the sea

Le fotografie servono ad annullare l’irreversibilità del tempo. Esse non sono oggetti inermi, futili, poco importanti, ma sono come diceva Bredekamp, atti iconici capaci di avere una vita propria.
E allora perché non inventare nuove storie- attualizzando il passato- intervenendo nel presente per suggerire nuove possibilità, cose inattese, sguardi altri?
Queste immagini, raccolte e trovate in rete su piattaforme di condivisione, creano nuove relazioni tra paesaggi, luoghi e persone.Esse hanno a che fare con il concetto di “nostos” inteso come nostalgia, ma sono anche mindscape, luoghi della psiche che raccontano la lontananza, le ombre, le vite passate.
Di sfondo vi è sempre un paesaggio legato all’acqua, al mare, come paradigma dell’alterità e del continuo mutamento.
Perché per quando la fotografia cerchi di fissare un momento ed eternizzare l’attimo, questa rimane sempre un’idea, una magnifica e impossibile idea.

Up Next:

Vorrei