Dalla webcam

Venezia, Italia

Firenze

Roma, Italia

Roma, Italia

Milano, Italia

Firenze, Italia

Sant'Agata di Puglia, Italia

Thiene, Vicenza, Italia

Roma, Italia

Trieste. Italia

Pirano, Slovenia

Gerusalemme, Israele

Venezia, Italia

Roma, Italia

Roma, Italia

Roma, Italia

Amsterdam, Paesi Bassi

New York, America

Iraq, Al-Abbas Moschea

Emirati Arabi

Cardiff, Inghilterra

Nangan Airport, Taiwan

Madrid, Spagna

Syros, Grecia

Genova, Italia

Sam Candido, Italia

Pescocostanzo, Abruzzo

Venezia, Italia

Rimini

Cadice, Spagna

Oxford, Inghilterra

Gabicce Mare, Italia

Rimini, Italia

Mondello, Palermo, Italia

Cantabria, Spagna

Malta

Albenga, Liguria, Italia

Description

L’emergenza Corovirus in Italia è scoppiata a febbraio del 2020. Il primo decreto del presidente Conte è stato emesso il 9 marzo e ha vietato gli spostamenti nel territorio italiano per evitare il diffondersi del virus.
Le restrizioni successivamente hanno riguardato l’Europa e il resto del mondo. Il 50 per cento della popolazione mondiale è confinata a casa: quasi 4 miliardi di persone in 90 Paesi sono in isolamento obbligatorio o in quarantena.
Il distanziamento sociale introdotto con i decreti per preservare la popolazione al contagio che tipo di influenza avranno nelle relazioni con l’altro?
Quali saranno gli effetti psicologici di questo isolamento? Come le persone vivranno gli spazi pubblici della città, delle strade, delle spiagge?
Quale sarà la distanza di sicurezza tra sé e gli altri ?

Da queste domande e da un mio personale bisogno di evasione ho iniziato a scattare dall’inizio di marzo screenshots di alcune città italiane ed estere.
Le città riprese sono luoghi per me familiari cone Venezia e Genova, nonostante la lontananza volevo essere presente e vedere come stessero cambiando le città.
Le immagini raccolte hanno subito degli interventi, si è modificata la correzione del colore, raddrizzato gli orizzonti e scelto il momento in cui vi erano persone all’interno dello spazio.

Il progetto è in progress

The Corovirus emergency in Italy broke out in February 2020. The first decree of President Conte was issued on March 9 and prohibited travel in Italy to prevent the spread of the virus.
The restrictions subsequently affected Europe and the rest of the world. 50 percent of the world’s population is confined to home: nearly 4 billion people in 90 countries are in mandatory isolation or quarantine.
The social distancing introduced with the decrees to preserve the population from contagion what kind of influence will they have in relations with the other?
What will be the psychological effects of this isolation? How will people experience the public spaces of the city, streets, beaches?
What will be the safety distance between yourself and others?

From these questions and my personal need for evasion, I started taking screenshots of some Italian and foreign cities from the beginning of March.
The filmed cities are places familiar to me with Venice and Genoa, despite the distance I wanted to be present and see how the cities were changing.
The images collected underwent interventions, the color correction was changed, the horizons were straightened and the moment when there were people inside the space was chosen.

The project is in progress